Il mal di testa può essere causato da problemi dentali?

Intervista al Direttore Sanitario Dott. Diego Barbaresco

Ti capita di svegliarti al mattino con tensioni muscolari mandibolari?
Ti capita di sentire quando apri o chiudi la bocca uno scroscio della mandibola?
Non sono poche le persone cui capita di avvertire, già di primo mattino, un forte mal di testa, tensioni muscolari o scrosci alla mandibola.
Le cause possono essere molteplici, tuttavia spesso dipende dai denti, o meglio da problemi di malocclusione.

Vediamo di individuarne le cause e cosa fare per eliminarla.

Dott. Barbaresco, possiamo dunque scendere in dettaglio?

Certo, le cefalee muscolotensive si manifestano con i seguenti sintomi caratteristici: mal di testa molto intensi, che spesso insorgono già all’inizio di giornata, il dolore si localizza a livello delle tempie, vengono interessati anche muscoli del collo. Se esiste un cattivo rapporto tra le arcate dentarie, i muscoli vengono sottoposti a sforzi di contrazione che causano la cefalea. Inoltre possono comparire tensioni al collo e alle spalle, rumori o scrosci articolari in fase di apertura della bocca, dolore all’orecchio, serramento delle arcate dentarie con conseguente tensione ai muscoli masseteri e temporali, digrignamento dentale.

Quali sono le principali cause?

La mancanza di elementi dentari, una non corretta respirazione, una malocclusione congenita, cure o protesi non correttamente eseguite.

Come eseguire una corretta analisi?

vPer effettuare una corretta diagnosi che permetta di stabilire se l’origine del disturbo è nella masticazione ci si avvale di moderne tecniche, visite specialistiche, radiografie o tac dell’apparato stomatognatico, controllo della postura, elettromiografia di superficie con l’ausilio di elettrostimolazione (tens), analisi kinesiologica computerizzata. E' bene che si rechi dal dentista anche chi ha subito un colpo di frusta in seguito ad incidente o altro, perche’questo può arrecare danni importanti all’occlusione e all’articolazione temporo mandibolare. Le patologie citate sono molto diffuse, ma spesso il soggetto colpito ritiene che non vi sia rimedio. Per molti casi invece, vi è la possibilità concreta di una completa guarigione, purchè lo specialsta consultato sia quello di pertinenza, nel nostro caso l’odontoiatra. Queste tecnologie avanzate (tens, elettromiografo, kinesiografo computerizzato) vengono da noi utilizzate anche nel trattamento delle riabilitazioni protesiche, specialmente se complesse o estese, garantendo oltre alla funzionalità ed all’estetica del restauro dentale, il rispetto dell’equilibrio neuro-mio-posturale e il benessere fisico futuro del paziente trattato.

0
0
0
s2smodern
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok